Category: Recensioni
Written by: Eugenio Giordano
Visite: 1020
AA.VV. - METAL YEARS VOL.1

AA.VV. - METAL YEARS VOL.1

Premesso che non sono un grande amante delle compilation e che ho sempre trovato questo tipo di album uno strumento non particolarmente efficace nell’ambito Heavy Metal, devo però ammettere che solamente all’interno di una compilation possano trovare uno spazio e una consacrazione quelle band che altrimenti finirebbero relegate per sempre al limbo della scena underground finendo per dissipare inesorabilmente le proprie capacità e le proprie identità nel tempo.

E’ stato così per le compilation storiche dell’Heavy Metal italiano degli anni ottanta come “Heavy Metal Eruption”, “Italian Metal Vol 1”, “Metallo Italia”, “Not Just Spaghetti And Mandolini” “Italian Rock Invasion” e “Four Kinds Of Metal” che hanno accolto tra i loro solchi una serie di band famose e rispettate al pari di numerosi nomi seppelliti rapidamente dalla polvere del tempo e che oggi non sarebbero probabilmente menzionati se non dai più esperti e incalliti conoscitori della scena musicale di quegli anni.

Dopo la pubblicazione del libro “Anni Di Metallo” dedicato alla coraggiosa opera archeologica di Andrea Ciccomartino rispetto al panorama metallico romano degli anni ottanta eccoci di fronte a questa altrettanto coraggiosa “Metal Years Vol 1” che promette di collocarsi presto tra i nomi sopra menzionati nel gota delle raccolte Hard & Heavy più blasonate della scena musicale italiana.

Pubblicata in versione CD dalla Celtic Moon Records in edizione a 18 tracce e in versione LP dalla Ace Records in edizione 12 tracce questa “Metal Years Vol 1” è disponibile in un limitato numero di copie e può contare su un bel lavoro di art work e confezionamento sia nel formato vinilico che in quello ottico.

Dal punto di vista musicale troviamo una vasta gamma di stili differenti che vanno dall’ AOR raffinato e melodico degli Heavenue di Fabio Chiesa all’ Heavy Rock devastante dei Bad Reputation di Tony Arcuri leggendario chitarrista dei Raff. Troviamo altri veterani della scena metallica romana come Marco Capasso dei Mayhem qui tra le fila degli Heavy Star promettente formazione di stampo classico con un forte appeal live.

Tra gli highlights della compilation c’è senza dubbio il classico “Heroes Of The Rising Sun” dei Messerschmitt e il loro singer Flavio Falsone è autore di una splendida prova metallica anche dietro il microfono dei Whisperz che inseriscono la splendida “The Cage” tra i solchi di questa raccolta. Molto tecnici e ispirati i Mindcrime che strizzando l’occhio ai maestri Queensryche firmano la progressiva Life On The Run una delle migliori tracce del disco. Molto coinvolgente e frontale “Nightwolf” dei Lipstick promette buoni riscontri dal vivo, così come “Not A Stone” degli Shock Proof che convince fin dal primo passaggio.

Tra le presenze più blasonate troviamo senza dubbio gli ottimi Anno Mundi che si cimentano con l’inedita “Pending Trial” che credo possa rappresentare uno splendido viatico verso un nuovo disco all’insegna del Doom più intrigante e vagamente epico. Per restare alla formazione degli Anno Mundi compare Freddy Rising alle prese con la particolare “Vecchio Blues” traccia atipica per una raccolta Heavy Metal ma degna di nota.

Meno efficaci gli episodi targati dai Rebel Tango e dai veterani SOS fanno calare leggermente il tiro della compilation, mentre con i Dr. Speed e i Sick 'n' Beautiful abbiamo una piacevole sorpresa musicale uscendo leggermente dai soliti binari Heavy Metal.

I Graal ripescano “Stickin' Witch You” dal loro terzo album “Legends Never Die”, una traccia fluida, ispirata con una bella struttura melodica e un buon appeal crescente come da tradizione Graal.

Probabilmente la traccia più importante dal punto di vista storico nel disco è “I See The World” dei Way Out, una song inedita che non è finita nella recente ristampa della Ace Records e che ci presenta una band da riscoprire e supportare nel presente metallico italiano.

Giustamente c’è spazio per qualche formazione non prettamente Heavy come quella divertente di Frank Marrelli e quella dai toni caserecci dei Milf.

Negli anni questa compilation potrebbe diventare una importante testimonianza del panorama musicale romano in ambito Hard & Heavy, il tempo probabilmente selezionerà le formazioni presenti in questo disco e rivelerà le loro reali potenzialità.

Vanno riconosciuti il coraggio e un pizzico di follia da parte degli artefici di questa raccolta, speriamo che anche grazie a questo album le fila degli amanti dell’Heavy Metal e della buona musica in generale possano allargarsi nella nostra capitale e non solo.

Tracklist:

tracce presenti sull’edizione LP:

01. Lipstick - Nightwolf
02. Mindcrime - Life On The Run
03. Sick'n Beautiful - Bigbigbiggun
04. Shock Proof - Not A Stone
05. Heavy Star - Electric Overdrive
06. Anno Mundi - Pending Trial
07. Heavenue - Don't Stop Dreaming
08. Dr. Speed - Libri
09. Way Out - I See The World
10. Graal - Stickin' Witch You
11. Bad Reputation - Not So Bad
12. Whisperz - The Cage

tracce presenti sull'edizione CD:

01. Sick 'n' Beautiful - Bigbiggun
02. Heavenue - Don't Stop Dreaming
03. Shock Proof - Not A Stone
04. Whisperz - The Cage
05. Heavy Star - Electric Overdrive
06. Bad Reputation - Not So Bad
07. Way Out - I See The World
08. SOS - La Soglia Del Dolore
09. Graal - Stickin' With You
10. Rebel Tango - Striptease
11. Lipstick - Nightwolf
12. Messerschmitt - Heroes Of The Rising Sun
13. Anno Mundi - Pending Trial
14. Dr. Speed - Libri
15. Mindcrime - Life On The Run
16. Frank Marrelli - Miles And Years
17. Freddy Rising - Vecchio Blues
18. Milf - Nun m'arendo

Lineup:

N.D.